Cuqù

Giorgio Pemberton - Stella Duchamp

Toglietemi tutte le medicine.

  

Toglietemi tutte le medicine ho un’arsura
Qualcosa mi morsica l’anima ogni sera
Mi costringe a succhiare l’impossibile
Murato in un rancore irrevocabile

La luce della mia intelligenza s’è fatta fioca.
Tracima il passo come fossi una lumaca
Appena buio mi verrà anche da miagolare
Umiliato da questo luttuoso vivacchiare

Via tutte le medicine così è una galera
Qualcosa mi morsica l’anima ogni sera
Mi costringe a cantare l’intangibile
La vita ah che enigma insolubile

Qui è tutto un’apocalisse di sbadigli
Un transitar nel nulla uno strappar fogli
Un senso del sacro unto di ignoranza
Che rende la vita ancora più stronza

Via tutte le medicine voglio una pantera
sgropparla dall’alba al tramonto oh cara
tinte sgargianti lazzi pose sghimbesce
voglio ilarità sghignazzi basta angosce

Il mio è il delirio di un monaco amanuense
Intento a tradurre in parole aspre e intonse
I tumulti di una civiltà bella da immaginare
una raison d’etre che ti faccia innamorare
I tumulti di una civiltà bella da immaginare
una raison d’etre che ti faccia innamorare

 

Mettiti a dieta.

Poco cibo, poche parole, pochi libri. Impara a scegliere, a selezionare.Pochi amici, poche sigarette, poco alcool. Riduci. Poche carezze, pochi baci, poche emozioni. Scegli il meglio. Metti un filtro. Poche idee, pochi viaggi, poco lavoro. Alleggerisciti. Poche parole, poche opinioni, poca fantasia. Basta con l’abbondanza, l’obesità, l’appetito smodato. Poche frustrazioni, accuratamente scelte. Comprimi.

Pochi rancori: solo quelli indispensabili. Assapora. Pochi colpi di testa, pochi colpi di scena, poche storie. Impara la sobrietà. Poco amore: quanto basta per continuare a ritenere l’esistenza un fenomeno abbastanza interessante. Poco passato: quello che merita un ricordo. Poco futuro: solo quello che dà un senso ai sogni più banali. Poco presente: quello che stai facendo, mentre lo stai facendo e basta. Poche ambizioni. Solo quelle che permettono un graduale e lineare miglioramento delle tue condizioni di vita. Poco sole, tanto fa male alla pelle. Poca luna, che poi ti perdi. 

Sei qui: Home Piccoli accumuli di felicità duratura Toglietemi tutte le medicine.